Quando dobbiamo disintossicarci?

Quando dobbiamo disintossicarci?

I livelli di disintossicazione

Se non abbiamo esperienza nel campo della disintossicazione è importante iniziare piano e gradualmente. Cerchiamo di non liberarci di tutti gli accumuli tossici in una volta, perchè questi entrerebbero troppo velocemente in circolo nel sangue, e l'esito di questo errore può essere molto serio e davvero spiacevole. Se non abbiamo fatto mai una disintossicazione prima conviene portare a compimento un programma di disintossicazione, ovvero una cura equilibrata con risultati sicuri e molta esperienza alla base.

Se vogliamo ripulirci regolarmente, quando dobbiamo disintossicarci? E' consigliabile intraprendere almeno una volta all'anno una pulizia globale dei tessuti, degli organi e delle cellule, ma alcuni ripetono la cerimonia della disintossicazione ad ogni cambio di stagione (primavera, autunno). Una cura disintossicante di questo tipo dura anche alcune settimane, e in questo caso l'eliminazione delle tossine, la rigenerazione dei tessuti avviene su tutti gli organi: reni, stomaco, intestino, polmoni, sangue, fegato e cistifellea, ghiandole sudorifere, pelle etc.

Possiamo ripetere delle cure disintossicanti più brevi anche ogni quattro mesi, per esempio assumendo delle tisane, oppure mangiando meno per dare all'organismo un pò di riposo.

Allo stesso tempo è molto importante dare quotidianamente al nostro organismo un supporto adeguato, specialmente agli organi depurativi.

Cosa possiamo fare ogni giorno per favorire la disintossicazione?

Cosa succede se non vogliamo preoccuparci sempre di cosa mangiamo, cosa no, e che cosa dovremmo cercare di assumere da fonti diverse? Quando dovremmo disintossicare la nostra mente? Se vogliamo mantenere pulito il nostro organismo conviene sistemare un paio di cose nella nostra alimentazione il prima possibile...

La cosa più importante da fare è consumare una sufficiente quantità di acqua - che deve essere principalmente acqua fresca e pura. Nel consumo giornaliero di liquidi non contano le bevande zuccherate e gassate, il latte, il caffè e ogni altra bevanda la cui assunzione sottrae acqua dall'organismo (invece di idratarlo).

La seconda cosa più importante è l'aria fresca e il movimento. Uno stato di carenza di ossigeno diminuisce fortemente i processi di crescita e moltiplicazione a livello cellulare, la mancanza di movimento invece compromette la circolazione del sangue. Entrambe le cose influenzano molto l'accumulo di tossine, e viceversa: con una camminata di pochi minuti all'aria aperta e mezz'ora di movimento (che possibilmente faccia sudare, in modo da favorire il processo di pulizia) possiamo dare un sostegno davvero efficace ai processi naturali di disintossicazione del nostro organismo.

E' inoltre importantissimo cercare di mangiare il più possibile alimenti crudi, e il meno possibile alimenti raffinati. I cibi crudi sono ricchissimi di vitamine, sali minerali, enzimi necessari per la loro stessa digestione, e di antiossidanti preziosissimi per il nostro organismo. L'alto contenuto di fibra invece aiuta a tenere pulito il nostro intestino.

Chiamiamo alimenti raffinati quei cibi che prima di arrivare sulle nostre tavole sono passati attraverso processi chimici, che ne hanno cambiato radicalmente la struttura. Sono di questo tipo per esempio i cibi raffinati (zucchero, sale, olio), che vengono trattati con varie sostanze chimiche, e molti altri prodotti che provengono da sottoprodotti privi di valore nutrizionale, e che servono esclusivamente a migliorare la consistenza e il gusto degli alimenti. Due sono principalmente i problemi che i cibi raffinati rappresentano: uno è che contengono sostanze chimiche delle quali il nostro organismo non ha bisogno (o peggio tossine), l'altro è che durante il loro processo di produzione vengono distrutte le vitamine e gli enzimi in essi contenuti, così che il prodotto ottenuto alla fine sarà un nutrimento morto e privo di valore. Non cadiamo alla tentazione dell'apparenza, all'aspetto invitante di questo cibi! Cerchiamo di consumare alimenti provenienti da fonti pure e piatti a base di materie prime semplici e naturali, o in caso contrario dovremmo sempre fare attenzione a fare una disintossicazione regolare!

Quando c'è un problema

Possiamo fare una disintossicazione, un digiuno o una dieta anche solo occasionalmente, quando notiamo per esempio la comparsa di sintomi fastidiosi e preoccupanti, oppure quando ci viene diagnosticata una malattia più grave. In questi casi dovremmo realmente pensare a come alleviare il peso che il nostro organismo deve sopportare- qualsiasi tipo di malattia si tratti- ma senza esagerare e cadere nell' estremo opposto. Per un organismo provato da una malattia grave una cura di pulizia drastica può essere troppo invasiva, per questo siamo sempre prudenti! In caso di malattia in genere uno specialista può indicare quando possiamo disintossicarci e quale metodo scegliere.

Specialmente in caso di disturbi digestivi- ma spesso ci sono dei collegamenti che non penseremmo lontanamente- i digiuni e le varie cure di pulizia possono fare miracoli (per esempio la dieta senza glutine in caso di sterilità apparente).

Video

Un programma di pulizia del colon e di disintossicazione

Clean Inside® in tre passi